Blog

Blackout, quando tutto è troppo nero

(Clicca sull'icona se vuoi rimanere aggiornato sui prossimi post)

I blackout li abbiamo tutti. Chi più chi meno abbiamo dei momenti in cui tutto diventa nero, perde fuoco.

Son momenti più o meno bui, con gradazioni molto pericolose: dove andare, che fare, i propri obiettivi, la propria ragione per essere felici, l’amore per sé… Tutte cose che spariscono, inghiottite dal buio, o sembrano così distanti che nemmeno le percepiamo più come parti di noi. In questi momenti di blackout siamo inerti in una melassa di buio pesto.

Inerti a guardare le cose come se non ci appartenessero, come se il loro senso non fosse chiaro o addirittura giustificato. Il mondo stesso sembra fragile, scricchiolante, e noi ci sentiamo completamente fuori posto finendo per rifugiarci ulteriormente nell’ombra della nostra solitudine.

E quindi la domanda vera è “che fare?”. Appena questi chiaroscuri iniziano a presentarsi bisogna parlarne con qualcuno. Sin dai primi segnali di sconforto. Non dovete dimostrare niente a nessuno, nessuno vi darà una medaglia per avercela fatta da soli. Iniziate con i vostri cari, metteteli al corrente di cosa state provando e del periodo di sconforto. Ma non esitate a cercare poi l’aiuto di psicologi e psicoterapeuti.

Come avrete notato non ho citato la depressione, solo uno specialista può dare questa definizione, proprio perché si tratta di una patologia. Impegniamoci insieme a vedere la salute mentale come la salute fisica: su entrambe solo gli esperti possono dare pareri e diagnosi e di entrambe dobbiamo prenderci cura con la stessa missione di normalità. Non possiamo lasciarci ingoiare dal buio perché abbiamo paura di dire che facciamo terapia perché sarebbe come morire per una febbre perché ci vergogniamo di andare dal medico di base. La salute mentale è forse una delle variabili più importanti nella equazione della nostra felicità. Parliamone di più, senza paura, senza stigma, senza vergogna. Ci sono tanti colori belli al mondo, perché rimanere al buio?

Commenti

(Clicca sull'icona se vuoi rimanere aggiornato sui prossimi post)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *