LGBTQI+

“Sissy That Talk”, raccontare e raccontarsi in drag

(Clicca sull'icona se vuoi rimanere aggiornato sui prossimi post)

RuPaul’s Drag Race ha tanti meriti. Uno su tutti quello di aver portato ad un pubblico più ampio la cultura drag (di cui vi ho già parlato in occasione di Pose, ricordate?). Anche grazie a Drag Race sempre più persone – anche in Italia – non confondono più le persone transgender con le drag ad esempio. O almeno, così mi piace pensare.

Proprio a partire dalla cultura drag parte un’iniziativa molto carina che si chiama Sissy That Talk guidata dal collettivo artistico di Torino uonnabi (e con madrina La Mila). “Sissy” per chi un po’ mastica il linguaggio queer vuol dire lasciarsi andare, essere liberi, dominare una passerella. Proprio per questo “Sissy That Walk” è l’espressione che incita a sfilare più che camminare, come se 2.000 reflex fossero puntate su di noi . Il format è semplice, video-interviste da 8″ (a cura del collettivo femminile elvira). In ognuna un creativo racconta se stesso mentre la make-up artist Erika Truffelli li trasforma in drag. Gli intervistati delle prime tre puntate sono Mattia Surroz – Illustratore, Giuli Muscatelli – Scrittrice e Irene Dioniso – regista e direttrice del Lovers Film Festival.

Il logo di uonnabi a cura di Benedetta Vialli

Grazie agli amici di uonnabi ho avuto modo di vedere l’anteprima di una di queste interviste. Son rimasto colpito dalla spontaneità di queste chiacchierate ed trovo molto bello il contrasto tra il mettersi a nudo mentre si è truccati da drag queen. Sembra di essere in un boudoir. Ed è proprio quello il clima intimo in cui gli artisti raccontano di sé. Ci raccontano dei passaggi segnanti della propria vita, della scoperta della propria sessualità e di come tutti questi elementi abbiano impattato il loro lavoro creativo.

Vi consiglio quindi di tener d’occhio i canali social di uonnabi, così da non perdervi nessuna di queste belle interviste. Un’occasione per scoprire e scoprirsi, in un confronto genuino e sincero sotto i colpi del pennello del blush.

Commenti

(Clicca sull'icona se vuoi rimanere aggiornato sui prossimi post)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *